Computo metrico: cos’è e a cosa serve

Nulla dies sine linea

Computo Metrico - Computo Metrico Estimativo - C.M.P. - C.M.E.

Il computo metrico è un documento importante la cui redazione si rende necessaria al fine di calcolare il costo di costruzione di un’opera edile. Quando si dispone di un progetto esecutivo, la stima del costo di costruzione viene risolta con un procedimento analitico il quale è solitamente indicato con il nome di Computo Metrico Esecutivo.
Due sono i soggetti che utilizzano il Computo Metrico Estimativo: 

1) Il committente, che proprio sulla base del CME può verificare e programmare gli investimenti e di conseguenza la richiesta delle offerte alle imprese chiamate ad eseguire i lavori; 

2) Il costruttore, il quale ha la possibilità di proporre la sua offerta per la realizzazione delle opere previste dal progetto (nella fase preventiva), per poi utilizzare i dati del computo nelle fasi di approvvigionamento e di contabilità (ovvero in corso d’opera). 

Nel caso in cui la quantità e l'importo unitario siano specificati, il computo viene definito a misura, mentre quando la lavorazione viene intesa come eseguita in modo completo senza porre le basi per una successiva fase di discussione riguardante le quantità, siano esse in difetto o in aumento, lo si definisce a corpo. In questo secondo caso si tratta di una sorta di formulazione chiavi in mano tale da risultare comoda quando la misurazione non è una componente essenziale nella definizione della voce di computo. Se la sua redazione è considerata obbligatoria nell'ambito dei lavori pubblici, fungendo da base per la definizione del ribasso percentuale offerto per l'aggiudicazione dell'appalto in sede di gara, in caso di lavori privati non è raro il suo accantonamento, un accorgimento teso ad evitare la sensibile lievitazione della parcella del professionista incaricato. Una lacuna che può sfociare in contrasti nel corso dell’esecuzione dei lavori, tali da ingenerare contenziosi legali. Proprio questa premessa aiuta a capire come il computo metrico debba essere compilato ogni volta che un’impresa ha l’esigenza di presentare un’offerta. Il costo stabilito per questa via più l’utile che l’impresa intende realizzare vanno a costituire la base dell’offerta.

Computo metrico estimativo o non estimativo: perché è così importante

Il computo metrico è senza alcun dubbio il metodo più preciso in grado di definire il costo di un’opera sia in fase di preventivazione che di contabilizzazione delle lavorazioni in corso, permettendo quindi di stabilire la pianificazione economica dell’intervento previsto. A sua volta, esso si divide in due tipologie: 

1) il computo metrico preventivo, che viene compilato prima dell’esecuzione dei lavori, andando a stabilire una previsione dei costi;

2) il computo metrico consuntivo, il quale viene redatto una volta terminati i lavori prendendo invece in considerazione le reali quantità utilizzate per la costruzione.
Va sempre ricordato che la redazione di un computo metrico di qualità si rivela assolutamente basilare per la realizzazione di un’opera di analogo livello, in quanto permette di rispettare i tempi e gli impegni assunti con tutte le parti interessate nella realizzazione dell’opera. La redazione di un computo metrico di qualità può essere ultimata soltanto una volta che siano state ben definite le scelte progettuali, le dimensioni delle opere, le tipologie edilizie ed i materiali che devono essere impiegati. La definizione chiara ed esaustiva di tali caratteristiche, permettono al computo metrico estimativo di avvicinarsi al reale costo dell’intervento, mettendo al riparo tutte le parti da una esplosione non preventivata dei costi. Il computo metrico si presenta come un tabulato, organizzato in una serie di righe e colonne in cui vengono definiti i dati necessari per poter computare la voce contenuta nella singola riga. Il tabulato contiene il numero di righe corrispondente alle lavorazioni che devono essere eseguite, ad ognuna delle quali sono associate le giuste quantità, espresse a loro volta a seconda della lavorazione (metri, metri quadri, metri cubi, chilogrammi o altro). Non è raro il caso in cui il computo metrico venga compilato da un tecnico incaricato dall’impresa in previsione della formulazione di un’offerta tesa all’aggiudicazione dei lavori. In ogni caso il documento dovrebbe essere sempre redatto da personale qualificato, ovvero geometri, periti edili, architetti e ingegneri. 

Il computo metrico estimativo

Non è insolito che nasca confusione tra la definizione di Computo Metrico e quella di Computo Metrico Estimativo, che non sono la stessa cosa. Va comunque rilevato che entrambi i documenti hanno estrema importanza nell’ambito della realizzazione di qualsiasi opera edilizia, rendendo quindi  molto importante la conoscenza della loro funzione da parte di ogni tecnico che presti la sua opera nell’ambito della progettazione e delle modalità da usare al fine di redigerli. In particolare, nel Computo Metrico sono definite tutte le operazioni necessarie per la realizzazione del progetto e vengono stimate le quantità delle lavorazioni necessarie per il completamento dell’opera, mentre nel Computo Metrico Estimativo a questi dati vanno aggiunti la stima dei prezzi di tutte le lavorazioni e quella del costo totale dell’opera comprensiva di tutto.

Il computo metrico online

Va ricordato che il computo metrico può essere fatto anche online, grazie ad una lunga serie di siti che offrono il loro software su Internet. Si tratta di versioni sempre aggiornate, che non comportano alcun costo di gestione, disponibili da ogni postazione previo rilascio di una password e danno la possibilità di fare preziose copie di backup in grado di facilitare il lavoro e impedire che vada perso. In più sono disponibili alcuni servizi molto utili, come ad esempio la messa a disposizione di un numero di voci predefinite per ogni singola provincia dislocata lungo lo stivale.

Computo metrico: i lavori in economia

All’interno del computo metrico, il calcolo definitivo porta alla formazione del Quadro economico dei lavori, una sorta di riassunto finale in cui vengono riepilogate le voci di spesa all’interno di alcune categorie principali, ovvero: importo per l’esecuzione delle lavorazioni (in cui sono comprese anche le spese relative all’attuazione dei Piani di sicurezza), le lavorazioni a misura, quelle a corpo e in economia. In particolare, sotto la dizione lavori in economia vengono computate tutte le spese necessarie per particolari motivi tali da non poter essere preventivati all’inizio dei lavori o derivanti da improvvisi stati di necessità. 

Attachments:
Download this file (CCIAA_RM_2016_1_(OFF2003).xls)CCIAA_RM_2016_1_(OFF2003).xls[Listino prezzi RM]1146 kB
Download this file (Computo metrico estimativo.xls)Computo metrico estimativo.xls[Esempio C.M.E.]313 kB
Download this file (Esempio computo metrico estimativo.pdf)Esempio computo metrico estimativo.pdf[Esempio C.M.E.]28 kB
Download this file (soluzione-bagno.jpg)soluzione-bagno.jpg[Pianta bagno da ristrutturare]276 kB
Back to top